Mar­ket­ing Turistico

Mar­ket­ing Tur­is­tico : i metodi cam­biano molto velo­ce­mente, nel 2012 abbi­amo dati ril­e­vanti, il 24 % usa un blog più di 1 mil­iardo di appli­cazioni i Phone , i Pad ven­gono scar­i­cate dalla rete , face­book rad­doppia gli utenti , Twit­ter supera la soglia di un miliardo,100 mil­ioni di video ven­gono scar­i­cati su you tube, la soluzione del mar­ket­ing tur­is­tico deve cam­biare velo­ce­mente non bastono più ban­ner, key words siti infor­ma­tivi , dob­bi­amo ori­entarci su blog, com­mu­nity , social net work e viral mar­ket­ing, il tutto deve essere fatto con pro­fes­sion­al­ità da un agen­zia esperta in comu­ni­cazione chiedi info .

Mar­ket­ing virale un suc­cesso : vi elenchi­amo alcune aziende che hanno avuto un suc­cesso con il viral mar­ket­ing , uno che ha fatto il giro della rete molto velo­ce­mente, forse vi ricor­date l’Ente del tur­ismo Aus­traliano ? L’annuncio diceva cer­casi cus­tode per l’isola di Hamil­ton, dod­ici ore di lavoro al mese per sei mesi , offri­amo una villa con tre stanze con piscina , viaggi aerei gra­tu­iti e trasporti , il lavoro con­siste nel dare da man­giare alle tar­tarughe , osser­vare il com­por­ta­mento delle balene, ver­i­fi­care e con­seg­nare la posta , aggiornare il blog della pro­mozione tur­is­tica con un com­penso di 150 mila dol­lari, a tale annun­cio viene ded­i­cato un sito dove si pos­sono anche cari­care i video per le can­di­da­ture…, pen­sate cifre esor­bi­tanti , il sito reg­is­tra 8,5 mil­ioni di vis­ite nelle prime 24 ore dalla dif­fu­sione dell’annuncio, ci sono state 200 mila vis­ite e oltre 2,3 mil­ioni le due set­ti­mane suc­ces­sive , sono stati car­i­cati nel sito 35 mila CV da oltre 197 paesi nel mondo, le ricerche sul Queesland sono aumen­tate del 40 %, le preno­tazioni nelle isole Aus­traliane hanno avuto un aumento del 20%. Hanno real­iz­zato più esiti di quello che era stato gen­er­ato dai media di tutto il Mondo , anche se l’isola è sconosci­uta ed è sulla bocca di tutto il web del Mondo anche se la sto­ria si è con­clusa con un bel lieto fine , il sig. Ben Southall Inglese è stato nom­i­nato ambas­ci­a­tore cus­tode del tur­ismo del Queens­land fino alla fine del 2013 .

Un altro viral mar­ket­ing inter­es­sante è sicu­ra­mente quello della Valle d’Aosta, è rius­cita ad ottenere dei grandi risul­tati , ha piani­fi­cato una cam­pagna pub­blic­i­taria con il nome MY stress . L’ asses­so­rato al tur­ismo crea un sito chiam­ato my stress , nel quale si chiede agli utenti di parte­ci­pare al con­corso, dove vin­cerà quello con la sto­ria più stres­sata, indi­cando di scri­vere il pro­prio liv­ello di stress . Il pre­mio per il vinci­tore sarà di un week end all’insegna del relax per due per­sone in Valle D’Aosta; per dare veloc­ità al con­corso ven­gono real­iz­zati due video che ven­gono dif­fusi tramite you tube , i video in breve tempo rag­giun­gono un mil­ione di visu­al­iz­zazioni. Obi­et­tivo rag­giunto, il tar­get scelto erano gli stres­sati , sono infatti quelli che soli­ta­mente stanno più ore davanti al PC e quindi sono anche quelli che riescono con il pas­s­aparola via web a dif­fondere più velo­ce­mente i video.

Per un Mar­ket­ing Mirato Tur­is­tico chiedi informazioni